domenica 21 settembre 2014

Come imparare ad andare in bici da adulti

                       
                                                 
                                        Imparare ad andare in bici ti sembra una missione impossibile

Imparare ad andare in bici è facile se sai come fare

Andare in bici fa bene al corpo e alla mente, nulla come pedalare da la sensazione di libertà e soddisfazione, in più è ecologico ed economico, zero emissioni, zero carburante e zero bollo da pagare. Si risparmia tempo e soldi, infatti sostituisce la palestra ed evita code inutili.

Tutto meraviglioso ma non tutti hanno imparato ad andare in bici da piccoli, se pensate che imparare da adulti sia una missione impossibile vi sbagliate di grosso, ed ora vi svelo un segreto.
3 mesi fa io non sapevo andare in bicicletta, ho raggiunto da poco i 30 anni e questo mi sembrava un handicap insormontabile, mi vergognavo e mi sentivo impedita. Ma da buona ariete non volevo che questo mi condizionasse quindi ho fatto un tentativo, mi sono data un obbiettivo: Imparare ad andare in bici da adulti. E ci sono riuscita!
Vi confesso non è stato facile, perché chi ti circonda e sa andare non può capire, gli viene naturale sia l’equilibrio sia il controllo del mezzo, e minimizza i vostri vani sforzi iniziali.

Quindi ecco una guida, diciamo una mini lezione di bici per adulti. Avrete bisogno di:

  • una bici con sellino e ruote basse io ho usato una simil Graziella usata
  • un box abbastanza ampio per iniziare
  • una persona di cui vi fidate (alla fine non farà nulla ma vi supporterà e soprattutto osserverà)
  • vestiti comodi
  • pazienza per almeno 4/ 5 settimane infatti dovrete dedicare almeno 1 ora a settimana, non è tanto. In 5 volte sarete in grado di pedalare da soli, se ci mettete di più non demordete. MAI! 

Ora vi racconto i miei trucchetti per imparare ad andare in bicicletta da grandi:

1) La bici questa sconosciuta. Dedicate le prime lezioni a prendere confidenza con la bici, vi farà capire che non potete cadere, metterete i piedi giù quando vorrete, e controllerete lo sterzo praticamente da fermi.
Salite in sella e fate un percorso dritto, spingendo con i piedi, poi gradualmente tentate di sollevarli e stare in equilibrio, cercate di mantenere la bici in linea, tenderà a sbilanciarsi di lato, allora fermatevi e ricominciate.

2) Acquista sicurezza e padronanza. Iniziamo a tirare su i piedi e mettiamoli sui pedali: all’inizio riuscirete solo con 1 piede. La nuova sfida è trovare l’altro pedale. Non è facile lo so, ma non demordete, se avete un muro accanto state vicino al muro in modo da appoggiare una mano.
Chiedete alla persona con voi di seguirvi e reggervi dalle spalle, vi darà sicurezza e magari una spintarella.

 3) La spinta giusta. Siete pronti a uscire dal box o dall’area protetta in cui vi siete esercitati, non abbiate paura vi guarderanno strano ma è normale. Cercate un punto un po’ in discesa per sfruttare la spinta a questo punto saprete già controllare la bici dovete solo trovare i pedali.
Trovate un area larga dovete avere lo spazio per sbandare di lato e rimettervi in equilibrio, non vie trafficate, no marciapiedi ma magari un parcheggio o un parco con uno slargo.

4) È questione di equilibrio. Siete pronti a salire, mettete un piede sul pedale destro e con l’altro date una bella spinta, cercate l’altro pedale. In questa fase la sicurezza è tutto (ma voi l'avete acquisita con il tempo, anche se non siete riusciti a pedalare). Voi sapete di non cadere e anche se accadrà non succederà nulla, perché metterete i piedi giù.
Quindi date una spinta e mettete tutti e due i piedi sui pedali, la cosa importante è mantenere la bici dritta guardando davanti e pedalare non fermarsi.

Io alla quinta lezione da autodidatta sono salita sulla bici, ero sicura e inaspettatamente sono andata via liscia: Pedalavo da sola. A questo punto regola il sellino più in alto per non affaticarti e sbizzarisciti su una bella pista ciclabile, non andare in strada da subito è troppo pericoloso.

Non so se questo succede a tutti, ma la cosa principale è non demordere, non demoralizzarsi, ma tentare. Più passerete tempo con la vostra bicicletta in sella a tentare più farete passi avanti.

NO PENSATE DI SALIRE PER LA PRIMA VOLTA E ANDARE. Non è così, ma alla fine sarà il più bel regalo che vi sarete fatti in vita vostra. Provare per credere.

Siete pronti? Sei un adulto che non sa andare in bici? Presto imparai è solo questione di tempo e pazienza.

Piccolo aggiornamento: Una volta imparato è importante saper frenare, l'errore che facevo era quello di frenare con i piedi, e questo è pericoloso. Primo perchè potreste farvi male alle caviglie, o ai polsi, secondo non avrete il controllo della bici e potrete non  riuscire a fermarvi in tempo, andando a sbattere contro qualcosa o qualcuno. La missione è portare le mani sui freni in tempo ed essere pronti...non è per nulla facile neanche quello...ma con il tempo anche questo si acquisisce!


49 commenti:

  1. E' veramente un'articolo carino e ben scritto, ricordo ancora quando insegnai a mia moglie gia' bella che trentenne ad andare in bici! Fu uno spasso, lei riusci praticamente da subito ad andare da sola, aveva solo bisogno di qualcuno che la supportasse!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ivano! è così, se uno desidera davvero una cosa alla fine la si ottiene! e poi vuoi mettere il divertimento e la libertà di pedalare!! :D

      Elimina
  2. Grazie ANCHE a questo articolo ce l'ho fatta anch'io qualche giorno fa!!!!alla veneranda età di 31 anni!!!!!GRAZIEEEEEEEEEEEE sono TROPPO FELICE!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello siamo felicissimi per te!! ora non smetterai più di pedalare! Una soddisfazione grande :)

      Elimina
  3. comprate 2 bici,ora toccherà a me supportare mia moglie nell'apprendistato ehhehe,speriamo bene!

    RispondiElimina
  4. benissimo!! per questa primavera sfreccerete insieme sulle 2 ruote, sarà una soddisfazione grandissima! Noi ci concediamo delle belle biciclettate ed è bellissimo. In bocca al lupo, scriveteci i vostri progressi, facciamo il tifo per voi!!! :)

    RispondiElimina
  5. Hoho adesso tocca anche a me... 23 anni... il problema è che da me è tutto un saliscendi... dovrò portare la bici a mano fino a qualhe luogo in piano... che vergogna xD ma ce la posso fare, voglio stupire tutti xD sarà un problema quando dovrò fare salite, discese e guidare nel traffico o nello sterrato in collina... vedremo... grazie per l'articolo carino! :3

    RispondiElimina
  6. Haha anche io sto imparando, e vado per i 16 anni! è strano quando al parco la gente mi guarda come dire questa è "deficiente", però non mi importa perché io voglio riuscire ad imparare, presto ce la farò anch'io! Un abbraccio di solidarietà a tutti i non più bambini che vogliono imparare e non mollano!

    RispondiElimina
  7. anche io vorrei imparare essendomi trasferita da qualche anno in Umbria.......dove vedo tutti anche i più anziani andare in bici. Ho sempre sognato di imparare ad andarci, ma non avendo mai avuto una bici da piccola non ci sono mai riuscita.......mi piacerebbe davvero tanto, ma penso che ormai x me è davvero troppo tardi.........anche se come dite voi non bisogna demordere, credo che ........58 anni siano davvero troppi..........che faccio provo???????????????????

    RispondiElimina
  8. Prova di sicuro prendi una bici bassa una Graziella, fattela prestare e tenta!

    Ma che bello ragazze, supportatevi a vicenda, io credo in voi e sono sicura che ci riuscirete. L'età non conta, conta solo la voglia di mettersi in gioco e avere pazienza (non è facile lo so perchè alcune volte sembra di essere imbranati o goffi). Prendetevi i vostri tempi, mi raccomando se vi sentite stanche non insistete troppo la prossima volta andrà meglio. Tenetemi aggiornta, voglio sapere i progressi :)

    RispondiElimina
  9. Oggi per la prima volta ho pedalato per 6 km insieme ad altre persone su pista ciclabile e tratti urbani poco trafficati, ho 43 anni a 40 il primo approccio in sella (pochi metri nel parco) sono ancora tanto insicuro sulla mia usata e risistemata Graziella e spero presto che pedalare diventi normale,una cosa naturale! Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissimo!!! che dire, forse ora è tempo di cambiare bici e prendere le ruote con cerchi più grandi, andrai ancora meglio più veloce e farai meno fatica.

      Elimina
  10. Salve, il problema per me (anni 40) non è tanto quando pedalo, se prendo il via, vado. Il dramma è prendere e recuperare l'equilibrio quando si perde! Io davanti a questo mi sono fermata. E poi dove sto io non ho luoghi adatti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. umh, ritrovare l'equilibrio quando si perde, conosce perfettamente il problema. Io infatti all'inizio ogni bambino, ogni auto, o bici incontrassi mi innervosivo e perdevo subito l'equilibrio, mi fermavo. il consiglio è sentire la bici, mentre si va ogni tanto rallentare e regolasi piano piano si impara a state in equilibrio anche da quasi fermi. Non è facile, è una cosa che si acquisisce con il tempo anche perchè si fa l'occhio sulle misure e gli ostacoli. Per i tratti dritti e liberi dove abiti non c'è una pista ciclabile abbastanza larga? oppure un parco? la domenica mattina, o la sera dopo il lavoro magari c'è meno gente e puoi pedalare senza ansia. Fidati quando ci prendi la mano è davvero un piacere diventa un abitudine quotidiana. Fammi sapere se hai riprovato e come va con l'equilibrio

      Elimina
  11. grazie dei consigli. ho tre settimane per imparare, ti terrò aggiornata

    RispondiElimina
  12. Ma a -40 anni pensi che è possibile?? Io faccio fatica anche con la ciclette in palestra

    RispondiElimina
  13. Pensi che a 40-anni e possibile??io faccio fatica anche con la ciclette in palestra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! scusa il ritardo nella risposta, ma eccomi qui. Pedalare sulla cyclette in palestra è totalmente diverso, ti assicuro. La prima volta che tentai di andare in bici ed ero piccola mi avevano messo su una cyclette dicendomi che così avrei imparato a pedalare, risultato...salita in bici sono caduta subito. pedalare su strada è meno faticoso e più divertente, vuoi mettere il vento tra i capelli e il paesaggio circostante! A 40 come a 30 è uguale bisogna solo avere la voglia di iniziare. Ripeto non è facile, ci vuole pazienza e non bisogna bruciare le tappe o strafare, pochi minuti per volta, prendere confidenza con la bici, d'altronde non è che nasciamo con le ruote :D fammi sapere come va!

      Elimina
  14. io ho 39 anni e ho deciso di imparare. mai avuto una bici, un triciclo, zero! devo decidere che cosa comprare, dove trovo una Graziella??? il negozio specializzato di bici pensi che possa aiutarmi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patrizia scusa il ritardo, spero tu abbia già trovato la tua bici. Non è necessario avere una graziella ma una bici abbastanza bassa per iniziare, anche perchè dopo ti sentirai più comoda con una bici alta. Oggi ci sono bici economiche simil graziella con buoni sellini persino pieghevoli con ruote da 20, ti consiglio quelle. L'ideale sarebbe una bici usata magari prestata, fammi sapere se hai trovato e se sei salita in sella!!

      Elimina
  15. Ciao! io ho 39 anni mai avuta una bici , un triciclo, ora ho deciso che devo imparare e stop! dove trovo una Graziella! A Milano l'usato è' in fiera di senigaglia ed è ... insomma nn proprio usato legale! pessimi presupposti per iniziare. Un negozio specializzato puo aiutarmi sec voi? Patt

    RispondiElimina
  16. Io non so andare in bici e c'è la sto mettendo tutta ma ... É impossibile

    RispondiElimina
  17. Ho 14 anni e non so ancora andare in bici ho provato e riprovato ma... Penso che sia stato tutto inutile ed tutti mi danno dell'imbranato ... Per me andare in bici É impossibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio, scusa se ho tardato a rispondere. Ti capisco benissimo, io pensavo lo stesso, mi arrabbiavo molto, soprattutto con chi mi diceva che era facile andare in bici, perchè per me non lo era affatto, ti assicuro. Mi sembrava di essere incapace, ma non mi volevo arrendere, è diventata una questione di principio. Trova prima di tutto un posto tranquillo, nascosto e sicuro, porta con te un amico di supporto. Alla fine non farà nulla di che, non dovrà nemmeno reggerti il sellino fidati, perchè in quei momenti non vorrai interferenze, ma ti servirà per osservare quello che fai, come metti i piedi in modo da aggiustare il tiro. Prenditi il tempo e sali in sella, spingiti con i piedi e tirali su, cercando di controllare lo sterzo. Poi cerca l'equilibrio, metti su un piede e cerca con l'altro il pedale dandoti la spinta. Sono piccole fasi, tu trova le tue ma mi raccomando non ascoltare chi ti dice che sei imbranato...loro sanno andare, ma sai come e in quanto tempo hanno imparato? Fammi sapere mi raccomando, io tifo per te!

      Elimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. HO 35.L ANNO SCORSO SONO RIUSCITA A IMPARARE IN UN GIORNO SOLO,BEH DOPO 4 ORE.MA ALLA FINE FRENANDO CON I PIEDI SONO CADUTA...ADESSO HO RIPROVATO MA CON LA PAURA DI NON FARMI UN ALTRA CICATRICE,E CON LA BICI(GLORIA) MI SA CHE NON RIESCO.....LA SELA MI FA MALE CANE.....LA PAURA..NON SO......DOVREI VENDERLA E PROVARE CON LA PIU LEGGERA ESSISTENTE E BASSA .COSA DICI?....MA ALLA FINE FRA QUALCHE ANNO CHI SA SE RIESCO AD ANDARE IN STRADA?

    RispondiElimina
  20. Ciao! Ho letto per caso il tuo blog... Sono una ragazza di 16 anni e non sono mai riuscita ad imparare, sia per la paura di cadere, ma soprattutto perché sono negata con tutto quanto riguarda l'equilibrio. Ci ho provato mille volte, ma prioprio non riesco ad andare in bici: la trovo pesante, non riesco a muoverla neanche restando con i piedi per terra, spingo con il piede il primo pedale ma poi non riesco a trovare il secondo e inevitabilmente cado. Mi piacerebbe moltissimo andare in bici,ma purtroppo credo che non ne sarò mai capace. Mi dai qualche consiglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Eccoci, inizio con una piccola rassicurazione, se ti dicessi che andare in bici è semplice, tu ora non ci crederesti. Il segreto è prendersi il proprio tempo e non demoralizzarsi ai primi insuccessi, perché sono passi importanti per stare in sella. Non tutti sono delle schegge, devi prendere confidenza con la bici, dando tempo al tuo corpo di trovare l'equilibrio.
      Se senti la bici pesante, le cose sono 2 o hai scelto un modello inadatto per te (meglio una bici con ruote da 20 - 24, con sellino basso) o sei ti sei stancata nel provare.
      Io facevo lezioni brevi appena ti senti stanca, o demoralizzata, scendi riposati e se il caso dai appuntamento alla bici alla prossima volta. Se sei stanca non otterrai nulla!
      Non far passare troppo tempo tra una lezione e l'altra, meglio lezioni brevi e ravvicinate, in un posto tranquillo e magari un po' in pendenza, che lezioni lunghe ed estenuanti.
      Farai piccoli progressi di volta in volta, non si trova l'altro pedale subito, bisogna tentare e tentare, la tua mente registrerà gradualmente la pozione e alla fine lo troverai, ma solo se hai dato la spinta giusta per stare in equilibrio con l'altro piede.
      Non demordere, io credo in te! Ti aspetto qui per sapere i progressi, oppure scrivimi in privato su ecodelleco@gmail.com.
      Tienimi aggiornata!!

      Elimina
  21. Ho 27 anni, due bambini e marito che sanno andare perfettamente in bici, e io mi sento una fallita sotto questo aspetto ho provato tante volte ad andare in bici ma nulla, non riesco a stare in equilibrio, un po' la paura di cadere e farmi male, mio marito dice che è facile, ma per me non lo è, da piccola non mi hanno mai insegnato. Mi blocca anche il fatto che facendolo per strada mi deridano come è già successo e mi scoraggio... Come posso imparare?? Riuscirò mai??? Dicono che avere l'equilibrio è naturale come portare la macchina o stare seduta dietro un motorino (cosa che ho fatto) ma per me non è la stessa cosa :(

    RispondiElimina
  22. Ciao, grazie per averci scritto. Eccomi qui io sono la prova che anche dopo i 30 anni si può imparare ad andare in bicicletta.
    Come avrai letto dal post, non è per nulla immediato, ancora oggi se non vado per molto tempo mi devo "rodare", prima di pedalare spedita.
    Il primo passo per vincere questa sfida è pensare positivo, e non demordere alle prime sconfitte. Ci vuole tempo, ognuno ha il suo, l'importante è procedere a piccoli passi, con lezioni brevi ma ravvicinate. Una bici comoda, un luogo appartato (io ho fatto pratica in un parcheggio/box) e soprattutto tanta pazienza ti permetteranno di famigliarizzare con il "mezzo" sono gli ingredienti essenziali. Capisco benissimo la tua sensazione la bici non è una macchina, ti senti più vulnerabile e devi coordinare il corpo, ma ti assicuro che cadere è difficile, perché se hai una bici simil graziella, quindi bassa, metterai subito i piedi a terra.
    Ti confesso un segreto, le prime volte uscita dal box dove mi allenavo, sono andata davanti a casa a fare pratica, si vedeva che ero impacciata, non sapevo frenare. Un passante si è accorto delle mie difficoltà e mi ha incoraggiato, facendomi i complimenti ;)
    Fammi sapere i tuoi progressi, tienimi aggiornata! Spero tanto che tu possa presto andare in bici con i tuoi bimbi.

    RispondiElimina
  23. Che bello leggere di voi che avete imparato da grandi!!! Mi sento meno sola! Dunque dunque...alla veneranda età di 30 anni ho deciso di imparare ad andare in bici; me lo ripetevo già da diversi anni ma finora erano rimaste solo parole al vento finché due giorni fa mi sono decisa e ho comprato una simil Graziella! Non ho box o parcheggi vicini per iniziare...dite che anche un parco per le prime pedalate potrebbe andare bene? magari cercando di andare la mattina molto presto? Ho una tremenda paura di non avere equilibrio perché le poche volte che mi sono cimentata nell'impresa, appena staccavo entrambi i piedi sono finita rovinosamente a terra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! ho scritto questo post proprio per questo, perchè ero sicura di non essere sola, e leggere i vostri commenti è un regalo fantastico. Il mio incoraggiamento è massimo, hai avuto il coraggio di metterti in gioco e la sfida la vincerai sono sicura. Il parco va benissimo, ora che ci sono le giornata più lunghe puoi provare anche la sera. Non devi avere paura di cadere perché devi ricordarti le mani suoi freni e di mettere giù i piedi se vai piano. Prova sull'erba ti sentirai più sicura, e se hai qualche amico volontario portalo con te ti darà sicurezza, osserverà le tue mosse e ti darà consigli su come metti i piedi e come tieni la bici.
      Fammi sapere i tuoi progressi. Ti riaspetto qui vincitrice!

      Elimina
  24. Ho 42 anni, e questa è la mia sfida per quest'anno! terrò cari i tuoi consigli, e ti farò sapere come va! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Maria Paola! faccio il tifo per te!! Aspetto aggiornamenti! :)

      Elimina
  25. Ieri sera, dopo due ore fallimentari con la mia prima bici, ho cercato consolazione nel web e ho trovato questo articolo..sembrava qualcuno mi avesse letto nel pensiero, era tutto ciò che era successo a me..quel maledetto secondo pedale! Oggi, dopo altri 40min di ricerca del pedale a vuoto, io ed il mio fidanzato abbiamo trovato un nuovo stratagemma:lui teneva al centro il manubrio e io mi concentravo solamente a capire che dovevo pedalare..beh, dopo poco ho provato da sola: pedalavo! È stata una soddisfazione enorme ed un emozione unica! Anch io ora faccio parte del club "non arrendersi mai"
    Grazie dei preziosi consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Francy!! Fantastico gioco di squadra, ora sono sicura che con un po' di allenamento andrai spedita.
      Buona bici, torna a trovarci e facci sapere gli altri progressi, grazie!

      Elimina
  26. ragazzi io ho impiegato 2 sabati e due domeniche....ci sono riuscita.per me e' stato importante il sostegno di mia figlia,mi ha osservato nei miei tentativi goffi e mi ha fatto capire dove sbagliavo.e ho cercato di correggerli.ora riesco a stare in perfetto equilibrio ,freno al momento giusto e faccio piccole discese,pero' mi stanco molto,poiche' sono molto tesa,ancora ingessata e cio' mi affatica molto....ma l'importante e' non demordere.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissime! sia te sia la tua bimba! Non demordere vedrai che appena prendi confidenza ti scioglierai e troverai tutto meno faticoso! :)

      Elimina
  27. Speriamo bene! Io sono un po'su con gli anni .. ne ho 44! Da bambina andavo in bici tranquillamente poi ho completamente rimosso il file. Dicono che non ci si dimentica di andare in bici ma credo che la cosa non riguardi me.... ora inizio questa avventura. Speriamo di riuscirci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me andare i bici è una cosa che si può imparare a qualsiasi età, so di persone che hanno iniziato quando sono andate in pensione! hahaha e di questi tempi in pensione si va tardino! Hai riprovato a salire i sella? vedrai che non hai dimenticato proprio tutto. Fammi sapere come procede e come hai mosso le prime pedalate! Siamo tutti con te!

      Elimina
    2. Ti terrò aggiornata :) grazie mille per il sostegno

      Elimina
    3. Eccomii..... sono tornata dalle vacanze due giorni fa... questa mattina ho preso il toro per le corna... :) in questo caso la bici dal manubrio e le ho detto che dovevamo cercare di aiutarci .... ok... dopo 1 ora di tentativi sgraziati e ridicoli.... ce l'ho fatta.....sono contenta! Non pensavo di riuscirci...ci ho trascorso 3ore e sono riuscita pedalare in equilibrio e fare anche qualche curva con gli ostacoli.... poca padronanza negli spazi stretti e con i freni... non riesco a essere naturale... si vede che non sono una ciclista :) però proprio non ci speravo ... grazie alle tue parole però riuscivo a concentrarmi ripensando ai tuoi preziosi consigli .... mille grazie

      Elimina
    4. RosariaE tu non sai quanto mi faccia piacere che tu sia riuscita!!! Sei stata bravissima e il merito è solo tuo che ti sei messa in gioco e hai creduto in te stessa, sono davvero orgogliosa, spero che questo sia il primo passo anzi la prima pedalata di una lunga serie. Buon divertimento!

      Elimina
  28. ciao, mio figlio di 13 anni non sapeva ancora andare in bici, e a questa età tutti i suoi amici invece lo sapevano già fare, e quindi lui pur di non fare figuracce preferiva non uscire.
    Poi ho deciso di insegnarmi ad andare in bicicletta perché è veramente una cosa magnifica, ma il problema era che non avevo idea del modo.
    Poi ho letto i tuoi consigli e ora è in giardino che da solo sta provando e riprovando.
    Siamo ancora agli inizi, ma sono convinto che se trova il modo non scenderà più.
    Grazie e speriamo in bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo papà! Il mio purtroppo non mi ha dedicato questo tempo e la pazienza per seguirmi, ma non gli faccio una colpa. Vedrai che da solo in un ambiente tranquillo imparerà in fretta, tu seguilo e incoraggialo, osservalo e dai dei consigli ogni tanto ma lascialo sperimentare, speriamo che presto vi possiate godere delle belle pedalate insieme. Tienimi aggiornata!

      Elimina
  29. Ciao, ma sai se esistono corsi per adulti a Roma e provincia come già esistono in Emilia e Torino? Io ho problemi di postura troppo rigida, equilibrio, e sterzata. Anche se riesco a fare chilometri poi sono distrutta e mi rendo conto che dipende dalla tensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maddy,no purtroppo corsi veri e propri non li conosco, infatti sono autodidatta e l'articolo l'ho scritto proprio per tutti quelli che come me, volevano imparare e non sapevano come fare.Penso che la tensione sia una questione di abitudine, anche io se non pedalo per un po' sono insicura e ogni ostacolo mi irrigidisco, mentre nei periodi in cui vado più spesso sono rilassata e mi godo il momento. Premetto che no vado in bici nel traffico, non potrei non mi sento ancora sicura :)

      Elimina
  30. Buongiorno sono Clarissa mi vergogno di non saper andare in bici. Cerco di farcela da sola ma non riesco perché ho troppo paura di ferrirmi.Ho chiesto aiuto al fidanzato ma mi prende in giro e poi non ne parla più. Ho bisogno di aiuto e di consigli perché mi piacerebbe saper andare in bici. Grazie

    RispondiElimina