giovedì 13 giugno 2013

No allo spreco alimentare con Re-food 4 good!

Fondatore Re Food - foto http://www.mysinchew.com/
Re - Food 4 Good - dona il tuo cibo avanzato ai tuoi vicini

Ogni giorno tonnellate di cibo vengono sprecate, non solo a casa ma anche nei ristoranti, bar e supermercati.

I negozi di grande distribuzione spesso aderiscono a collette alimentari e donano la merce invenduta in scadenza ad enti e mense benefiche, per i ristoranti e i bar questa operazione è più difficile perché deve essere regolata da leggi riguardanti le condizioni igieniche.


Spreco alimentare? No, grazie!


Quel piatto gustoso ma troppo abbondante lasciato nel piatto, l’antipasto avanzato, il pane già tagliato tutto questo purtroppo finisce nella pattumiera del bar o del locale, in passato vi abbiamo già parlato della doggy bag, la possibilità di portare a casa gli avanzi dal ristorante, a Lisbona Hunter Halder ha deciso di organizzarsi e di trasformare il Portogallo nel primo paese zero fame e zero sprechi, grazie a Re- food 4 good.

Abbattere gli sprechi alimentari con il volontariato


In sella alla sua bici, prima da solo e poi organizzando una rete di volontari in diversi quartieri della città, questo signore ha dato il via a una raccolta di cibo tra ristoranti, bar e locali della zona.

re food - colletta alimentare in biciCon la sua sporta piena di contenitori ermetici e buste raccoglie il cibo dagli esercenti aderenti all'iniziativa e poi li passa porta a porta tra i cittadini che richiedono un’integrazione alimentare.

Le persone che necessitano di cibo ogni giorno aumentano, e l’iniziativa si è estesa da vicinato all'intera città per poi conquistare il paese grazie ai tantissimi volontari che con un mezzo ecologico come la bici pattugliano e presidiano la loro zona.

I tuoi avanzi diventano un buon pasto per gli altri


Condividere una risorsa così importante come il cibo è il primo passo per una civiltà più equa e sostenibile. Come ci dicono sempre le mamme: sprecare il cibo è peccato, soprattutto se le persone vicino a noi non riescono a mettere in tavola il fabbisogno per la propria famiglia.


Hunter Halder - portogallo Foto mysinchew.com
Re food - In Portogallo colletta alimentare in bici


Cittadinanza attiva e solidale: l’unione fa la forza


Da una piccola idea ecco la soluzione per un grande problema, speriamo che Re- food 4 good contagi presto anche altri paesi oltre il Portogallo.
Un altro esempio di come l’iniziativa dei singolo, la generosità e una cittadinanza attiva migliori le condizioni del vivere quotidiano in maniera ecosostenibile e solidale.

Hai qualche idea da mettere in pratica nella tua città per azzerare lo spreco alimentare? Scrivici, noi ne parleremo nel prossimo articolo!

0 commenti:

Posta un commento

 

Contattaci!

Nome

Email *

Messaggio *

Blog Archive