martedì 26 giugno 2012

Scegli la tua spiaggia ecosostenibile

Monterosso_Armigero_diritti_riservati
Proteggi il mare Foto: ecodellecologia

Qualcuno di voi, complice la chiusura delle scuole sarà già in vacanza, altri partiranno tra poco, molti staranno a casa per mancanza di fondi, comunque la pausa estiva è vicina. L’anno scorso avevamo parlato di ecoturismo, e di come realizzare una valigia green per le nostre partenze, oggi parliamo di spiagge.

Chi ha la fortuna di andare al mare potrà scegliere la sua spiaggia ecologica, indovinate chi ha vinto la palma d’oro dell’ecologia quest’anno? L’Emilia Romagna, la regione, colpita dai recenti terremoti, ha investito già da molti anni in questo settore, per offrire ai propri turisti spiagge a misura d’uomo, di cane e dell’ambiente.

Come?  I bagni sono dotati di passerelle realizzate in noccioli di ulivo e plastica riciclata, ombrelloni sono fotovoltaici e gli impianti sono creati per sfruttare l’energia del vento, del mare e del sole.

ombrellone fotovoltaico
Ombrelloni fotovoltaico - Fonte google


Risparmio energetico e forniture realizzate con materiale biodegradabile, l’adeguamento della rete idrica per ridurre al minimo le perdite e le dispersioni sono investimenti che fanno bene ai turisti e al pianeta.

Qualche bagno è riuscito a dotarsi anche di docce che funzionano grazie alla raccolta dell’acqua piovana. Inoltre lavori per abbattere le barriere architettoniche permette di usufruire tutti di questi servizi.

Ad Agrigento hanno messo a punto un mini impianto eolico per provvedere all’illuminazione del bagno.

La nostra penisola è ricca di risorse e ingegno, esaurire di questi beni e metterli a servizio della collettività potrebbe risollevare le nostre quotazioni, un esercito di eco turisti potrebbe sceglierci per le loro vacanze e lodarci come esempio di sostenibilità ecologica e responsabilità ambientale.
 
Vi sembra un sogno? A noi sembra una realtà possibile, un impegno a migliorarci ogni giorno, valorizzando il nostro territorio, la nostra cultura e le nostre bellezze naturali, che sono uniche e insostituibili. L’Emilia Romagna e i comuni sostenibili potrebbero fare da apripista per un nuovo turismo italiano: pulito, rispettoso e fruibile da tutti.

Ci sono siti dove trovare l’elenco delle spiagge e dei bagnini ecologici, trovi informazioni a questo link.

L’importante è non cadere nel solito cliché dell’italiano maleducato, che lascia rifiuti in spiaggia o che inquina il mare con schifezze, comportiamoci bene in ogni occasione, raccogliamo i nostri rifiuti e smistiamoli correttamente per non vanificare tutti gli sforzi e i successi ottenuti.

Buone eco vacanze a tutti!


Campagna marevivo - fonte goggle


0 commenti:

Posta un commento

 

Contattaci!

Nome

Email *

Messaggio *