giovedì 28 aprile 2016

La serra al supermercato

supermercato berlino serre

Immaginate di andare al supermercato e di scegliere frutta e verdura direttamente sul posto, verificarne così la freschezza e magari raccoglierla voi stessi.
Questo accade già in qualche serra cittadina, presso consorzi e cascine locali, che permettono di raccogliere personalmente quello che desidera poi acquistare, ma non si è mai vista questa cosa in un supermercato.

L’idea è di una start up tedesca Infarm che ha pensato di installare in diversi punti vendita della catena Metro di Berlino delle vere e proprie serre, dove verdura, insalata e piccoli frutti crescono in apposite aree. Le serre nel supermercato stanno riscuotendo un grande successo. Per ora l’offerta si limita a basilico e insalata, ma presto saranno integrati altri ortaggi e frutti come peperoni e pomodori. 
Le serre installate si chiamano Kräuter Garten, ossia erba di giardino, le piante crescono verticalmente con il metodo dell’idroponica: sistemate in una sorta di cubo, vengono coltivate grazie ad acqua e lampade a led. Veri e propri orti verticali, che occupano quindi poco spazio e consumato poco, grazie a un impatto ambientale ridotto.
I vantaggi di questa idea sono diversi:
  • offrire prodotti sempre freschi,
  • garantire trasparenza sui metodi di produzione,
  • assicurare un vero Km zero, le verdure non viaggiano per lunghi km ma sono locali,
  • ridotto impatto ambientale,
e in ultimo educazione al green, le persone possono vedere come cresce una pianta e apprezzarne la qualità.

erbe
Dalla serra al piatto.


Questa idea inoltre risponde all’esigenza di tutti quelli che vorrebbero un orticello a casa ma non hanno spazio, o hanno il pollice nero per coltivare da soli questi ortaggi.

Noi rimaniamo dell’idea che coltivare insalata, erbe aromatiche e piccoli ortaggi a casa sia la cosa migliore, dia più soddisfazione e richieda pochi sforzi a fronte dello sforzo e della spesa.

Esistono soluzioni nostrane per chi vuole coltivare in piccoli spazi come Micro Ortaggi, di cui vi abbiamo parlato in questo link.

0 commenti:

Posta un commento

 

Contattaci!

Nome

Email *

Messaggio *

Blog Archive